info@credilnetwork.it
345 6282071

Guida alla Cessione del Quinto

14
Set

Cessione del Quinto Pensione Ausiliaria

La Cessione del Quinto è ottenibile anche da chi percepisce una Pensione Ausiliaria. Si tratta di un trattamento di quiescenza riservato solo al personale Militare, quindi tutte le Forze Armate, i Carabinieri e la Guardia di Finanza.

La Pensione Ausiliaria è un congedo che il Militare può richiedere al raggiungimento dell’età pensionabile, ovvero 40 anni di servizio o, in generale, il dato combinato 57 anni di età e 35 di servizio.

Viene erogata dal Centro Unico Stipendiale Esercito (CUSE) ed è questa la sua caratteristica: non se ne occupa l’INPS!

Questo significa che la Cessione del Quinto va richiesta direttamente al CUSE tramite due passaggi: emissione di una quota cedibile che rappresenta la pensione netta e la massima rata; rilascio di un Benestare con indicazione di inizio trattenuta.

Si può notare che, nell’esempio, il calcolo del quinto cedibile va fatto semplicemente sottraendo alle competenze lorde l’Irpef e le addizionali. La quota sarebbe quindi 488, quindi mediamente più alta di quella che il militare aveva in servizio.

Questo fatto è giustificato dalla disponibilità del Pensionato in Ausiliaria di essere richiamato in servizio per un periodo di 5 anni e, per questo, percepisce una indennità lorda speciale. Questa indennità sarà presente anche sulla Pensione definitiva.

Dopo questi 5 anni il trattamento pensionistico passa definitivamente all’INPS che gestirà ogni aspetto della pensione (comprese eventuali quote cedibili nel futuro)

Se sei un Militare in Ausiliaria e vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto o vuoi un Preventivo su misura puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

 

15
Giu

Cessione del Quinto Dipendente BNL

I Dipendenti della BNL (Banca Nazionale del Lavoro) possono accedere alla Cessione del Quinto come tutti i Dipendenti Privati. L’Azienda è infatti considerata assumibile per alcune importanti compagnie assicurative che coprono il rischio impiego (polizza obbligatoria sulla Cessione del Quinto).

Un tempo i Dipendenti Bancari non erano graditi per questa tipologia di prestito, da quest’anno ci sono importanti aperture sulla fattibilità della Cessione.

L’iter per istruire la pratica parte dal Certificato di Stipendio che verrà compilato dall’Ufficio Risorse Umane. Sul Certificato ci saranno tutte le informazioni per poter calcolare il quinto dello stipendio al netto di tutte le trattenute fiscali e previdenziali. Si tratta della massima rata utilizzabile per la cessione (ovviamente si può utilizzare anche una rata più bassa).

Sul Certificato di Stipendio è indicata anche la destinazione del TFR che, in genere, i Dipendenti accantonano presso il Fondo a loro dedicato, come nell’esempio che riporto qui:

Fornire l’Estratto aggiornato al Fondo Dipendenti BNL è necessario in quanto viene posto un vincolo a garanzia della Cessione del Quinto e sia la Finanziaria che la compagnia assicurativa vogliono sapere con esattezza quanto TFR è disponibile.

Se il TFR è superiore al residuo della Cessione il Dipendente può sempre chiedere anticipi per la parte eccedente in base alle regole e alle leggi in vigore.

Poichè si tratta di una Azienda privata è sempre necessario valutare l’assumibilità, per il 2017 tale fattibilità è confermata, per il futuro va fatta una richiesta di pre-fattibilità.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente di BNL e se vuoi un Preventivo o semplici informazioni puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

 

 

31
Mag

Cessione del Quinto Ospedale Bambino Gesù

La Cessione del Quinto per un Dipendente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è considerata un prodotto Pubblico a tutti gli effetti nonostante la proprietà dell’Ospedale sia di fatto presso la Città del Vaticano. L’ospedale è quindi equiparato a una qualsiasi struttura del Sistema Sanitario Nazionale Italiano.

Tutto ciò si riflette sulle condizioni applicate per la Cessione del Quinto: ovvero le migliori in assoluto essendo il prodotto equiparato al Pubblico.

L’iter della pratica è leggermente diverso rispetto al solito poichè l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù non rilascia un certificato di stipendio ma un riepilogo delle competenze come evidenziato qui in basso:

Con questo riepilogo sarà possibile calcolare il Quinto dello Stipendio, ovvero la massima rata utilizzabile. Si può notare che è presente la sola ritenuta previdenziale INPS poichè i Dipendenti dell’Ospedale Bambino Gesù non sono soggetti IRPEF (per via delle diverse leggi dello Stato Vaticano).

Di questa cosa, ovvero la mancanza della ritenuta IRPEF, si dovrà tener conto per il calcolo del Quinto, che risulterà quindi più alto.

Un ulteriore documento che andrà prodotto per la delibera della pratica è un attestato del TFR disponibile oltre ad una schermata dell’estratto contributivo.

Come si può vedere i Dipendenti dell’Ospedale hanno un Fondo di Previdenza Complementare presso lo IOR ma gestito dall’Amministrazione dell’ospedale. Presso l’amministrazione va poi fatta la notifica dei contratti tramite una procedura speciale per gli atti notificati all’Estero.

Poichè della notifica deve necessariamente occuparsene l’Ufficiale Giudiziario i tempi sono un pò più lunghi delle normali notifiche via PEC (che purtroppo l’amministrazione del Bambino Gesù non accetta).

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

6
Apr

Cessione del Quinto Dipendente Equitalia

Il Dipendente Equitalia può accedere alla Cessione del Quinto a tassi Pubblici, questo fatto è stato chiarito con la chiusura delle sedi territoriali (Nord, Sud e Centro) e con l’accorpamento di tutte le società in un unico soggetto pubblico.

Una cosa per niente marginale poichè il Tasso Pubblico per la Cessione del Quinto è molto più favorevole del precedente trattamento privato/parapubblico

L’accentramento con a capo l’Agenzia delle Entrate ha portato anche altre novità: il cuore Amministrativo dell’Azienda è ora a Firenze e la gestione dei finanziamenti con Cessione del Quinto è stata affidata ad un ufficio che ha adottato una procedura interamente telematica.

L’iter comincia con la richiesta della Certificazione Stipendiale effettuata via PEC. L’ufficio risorse umane di Equitalia risponde in tempi brevissimi allegando il documento che vedete qui sotto:

Il certificato di Stipendio indica in modo chiaro la procedura da seguire e sottolinea che il TFR è accantonato nel Fondo INPS Esattoriali. In passato tale accantonamento era di ostacolo all’istruttoria della pratica per via della natura privata dell’Azienda.

Oggi col trattamento pubblico l’accantonamento del TFR non è più un problema e si procede rapidamente alla delibera della pratica

Per quanto riguarda la possibilità della Delega di Pagamento, ovvero la seconda trattenuta col quinto dello stipendio, ad oggi l’Azienda non la concede: probabilmente nel prossimo futuro verrà pubblicato un bando per convenzionare gli Istituti di Credito.

I tempi di evasione del Benestare da parte dell’Ufficio Paghe di Equitalia sono molto brevi e l’invio viene effettuato via PEC, una bella novità rispetto al passato!

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente di Equitalia e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

27
Mar

Cessione del Quinto ASIA Napoli

I dipendenti di ASIA Napoli possono accedere alla Cessione del Quinto come Dipendenti di una Azienda Parapubblica, in quanto l’ASIA è controllata da Enti Locali. Finora questa azienda era stata trattata come un ente di diritto privato, nonostante la partecipazione di Enti Pubblici al suo Capitale sociale.

Questo particolare è molto importante poichè, ora, come Ente Parapubblico, i costi assicurativi legati alla Cessione del Quinto si sono notevolmente abbassati

Oltre alla riduzione dei costi è migliorata anche la fattibilità di ogni pratica, poichè lo status di ente pubblico facilita l’assumibilità del finanziamento da parte della Banca e delle compagnie di Assicurazione (sulla Cessione del Quinto è sempre obbligatoria la polizza su rischio vita e impiego).

L’istruttoria della pratica è piuttosto semplice e inizia sempre con la richiesta del Certificato di Stipendio all’Ufficio Risorse Umane di Asia Napoli. La richiesta viene fatta via PEC (posta elettronica certificata) e l’ufficio risponde nel giro di qualche giorno allegando il Certificato.

 

Come si vede nell’esempio l’ASIA emette un certificato in cui è indicato il Quinto Cedibile, ovvero la rata massima utilizzabile.

Alla pratica va sempre allegato l’estratto al Fondo Previambiente, nel caso il dipendente abbia aderito. Va bene anche una schermata dall’area riservata del sito.

 

Una volta ottenuta tutta la documentazione si provvede alla notifica dei contratti all’Azienda. In tempi brevi arriva l’ok, ovvero l’Atto di Benestare che permette di liquidare la pratica.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente di ASIA Napoli e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

21
Mar

Cessione del Quinto Fondo Pensioni Sicilia

I pensionati gestiti dal Fondo Pensioni Regione Sicilia hanno la possibilità di accedere alla Cessione del Quinto in convenzione con l’Ente. La convenzione prevede una agevolazione dal punto di vista del Taeg, in sostanza uno sconto sui costi del finanziamento.

La convenzione siglata da Dynamica Retail prevede un Taeg massimo inferiore di almeno 7 punti rispetto al tasso soglia fissato dalla Banca D’Italia

Nel caso concreto il primo trimestre 2017 prevede un tasso soglia del 17.08%: di conseguenza una Cessione in convenzione con il Fondo Pensioni Sicilia dovrà avere una Taeg massimo del 10,08%. Inutile sottolineare l’importanza di questo accordo, sia per la Finanziaria che per il cliente.

L’iter da seguire per istruire la pratica di Cessione del Quinto è simile a quello dei pensionati INPS: la quota cedibile va quindi chiesta direttamente all’Ente: il Fondo Pensioni Sicilia con sede in Viale Regione Siciliana a Palermo. Il quinto esprimerà la massima rata utilizzabile per la cessione.

Particolare importanza è riservata all’Allegato A da produrre insieme alla notifica dei contratti.

Oltre a rappresentare una autentica di firma da apporre davanti ad un Funzionario del Fondo pensioni Sicilia, ha una parte in cui la Finanziaria deve esporre tutti gli elementi del finanziamento, con particolare riferimento al Taeg. Questo perchè il Fondo possa verificare la correttezza dell’operazione e il rispetto della convenzione.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Pensionato del Fondo Pensioni Sicilia e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

24
Nov

5 cose da sapere sulla Cessione del Quinto

Ci sono molte cose da sapere per chi vuole fare un Prestito con la Cessione del Quinto, ma alcune di queste sono particolarmente importanti. Ecco una lista delle 5 cose essenziali che bisogna sapere su questo tipo di Finanziamento:

1. Affidati ad un Agente iscritto all’OAM

L’OAM (Organismo Agenti e Mediatori) verifica i requisiti di professionalità degli Agenti che distribuiscono la Cessione del Quinto. Un Agente regolarmente iscritto ti offre una semplice garanzia: lavora direttamente per una Finanziaria, senza ulteriori passaggi di mediazione.

Se ti affidi ad un Abusivo, uno che dice “non preoccuparti faccio tutto io“, rischi di perdere tempo e soldi.

agente-in-attivita-finanziaria

2. Valuta l’Importo richiesto, la Rata e la Durata

In sostanza fatti bene i conti, più aumentano gli anni e più un prestito costa. I soldi hanno un prezzo e devi valutare obbiettivamente se tale prezzo è in linea col progetto che vuoi realizzare.

rata-e-durata-di-un-prestito

Non esiste solo la Cessione a 120 mesi: ci sono altre combinazioni rata/durata!

A volte conviene fare un sacrificio e pagare una rata un pò più alta per diminuire la durata del prestito e realizzare la somma desiderata: non dico che va fatto a tutti i costi, ma pensarci vale la pena per risparmiare un pò.

3. Leggi bene e conserva il Contratto

Sembra una banalità ma il contratto rappresenta ogni diritto e dovere connesso all’operazione di prestito. Da un lato e dall’altro: vale tanto per il cliente consumatore che per la Finanziaria che eroga la Cessione del Quinto.

contratto-cessione-del-quinto

4. Hai tutti i Diritti che spettano al Consumatore

Se fai un Prestito non sei un Consumatore di serie B, hai gli obblighi e tutti i Diritti legati al contratto che firmi. Non è una cosa da poco conoscerli bene prima, dopo e durante il finanziamento.

diritti-cessione-del-quinto

Ad esempio se vorrai estinguere la Cessione anticipatamente, devi sapere al momento della firma del contratto quali saranno i rimborsi a tuo favore. E anche dopo l’eventuale estinzione i tuoi diritti non cessano!

Se non sei soddisfatto puoi sempre presentare reclamo oppure rivolgerti all’Arbitro Bancario Finanziario

Ti sembra poco? Per niente, sei tutelato come ogni consumatore, e tutti i consumatori giocano in serie A.

5. Se ti rivolgi ad un Agente ricevi il massimo supporto

La Cessione del Quinto è un tipo di prestito distribuito soprattutto da una rete di Agenzie. Talvolta si può richiedere in Banca, presso la propria filiale, ma quasi mai il processo inizia e si conclude lì. Più spesso si viene comunque indirizzati ad un Agente convenzionato che seguirà la pratica passo per passo.

La Cessione, a differenza del Prestito Personale, deve essere seguita in ogni passaggio, dal Certificato di Stipendio all’emissione del Benestare.

Questo significa che la pratica va lavorata giorno per giorno, con verifiche, solleciti, scambio di documenti. Non significa che un operatore di filiale non faccia queste cose, ma probabilmente le farà in base ad un’agenda di appuntamenti.

agente-cessione-quinto

Un Agente quindi è a disposizione per illustrarti ogni passaggio della pratica e, soprattutto, darti notizie in merito ai tempi di istruttoria e liquidazione. In parole povere non aver timore e chiamalo al telefono tutte le volte che vuoi!

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto e un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

23
Set

Cessione del Quinto per un Dipendente della Pubblica Amministrazione

La Cessione del Quinto è un prestito nato per favorire soprattutto i Dipendenti della Pubblica Amministrazione: principalmente Comuni, Province e Regioni. Il settore Pubblico comprende però centinaia di altri Enti che si occupano di ambiti legati all’interesse comune come la nettezza urbana, la gestione dell’acqua, dell’energia, dei trasporti ecc. Fino a qualche tempo fa esisteva nell’ambito della Cessione del Quinto una separazione tra Enti Pubblici in senso stretto ed Enti Parapubblici (ovvero controllati da Aziende Pubbliche).

Ora tutti gli enti pubblici o controllati da Enti Pubblici sono considerati allo stesso modo: i vantaggi di una Cessione del Quinto per un Dipendente Pubblico sono quindi estesi anche al Dipendente Parapubblico

Ovviamente dal punto di vista assicurativo non è una notizia da poco: le tariffe per un Dipendente Pubblico o equiparato al Pubblico sono molto più convenienti del settore privato. Tutto ciò si riflette in un contenimento dei costi legati alla Cessione del Quinto che rendono il finanziamento interessante e da valutare.

Sul sito dell’IPA (l’Indice delle Pubbliche amministrazioni) si può effettuare una ricerca per ente inserendo il Nome, oppure cliccando sul + accando a “cerca” si apre una schermata dalla quale si può effettuare una ricerca per categoria, codice fiscale, addirittura per social network. Di seguito la lista delle varie opzioni di ricerca:

pubblica-amministrazione-ricerca-enti-ipa

Il sito dell’IPA ti permette di verificare se la tua Azienda è considerabile Pubblica e, pertanto, se stai pensando ad un Prestito la Cessione del Quinto potrebbe essere una soluzione interessante. Inoltre tutti gli enti presenti sull’Indice della Pubblica Amministrazione sono dotati di una PEC (Posta Elettronica Certificata) che può essere utilizzata per notificare i contratti e per ricevere il Benestare: una ulteriore garanzia di rapidità e scambio puntuale della documentazione.

Sono finiti i tempi delle raccomandate e dei fax: la Pubblica Amministrazione ha velocizzato buona parte dei suoi atti e, di conseguenza, anche l’accettazione della Cessione del Quinto via PEC.

Se lavori per un’Azienda Parapubblica e vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

16
Set

Cessione del Quinto con TFR al Fondo Pensione Complementare

La Cessione del Quinto per un Dipendente Privato è fattibile solo a determinate condizioni, tra queste un TFR sufficiente a garantire il prestito. Fino ad ora le compagnie assicurative gradivano che tale TFR fosse in Azienda oppure in Fondi Pensione Negoziali o di Categoria: tra questi i più noti sono Previambiente, Cometa, Fonchim ecc. I Fondi Aperti e i Piani Pensione Individuali erano praticamente esclusi per ragioni legate a difficoltà nell’ottenere il vincolo del TFR a garanzia della Cessione.

Da oggi ci sono compagnie che, oltre al Fondo Negoziale, assumono operazioni con TFR al Fondo Aperto o al Piano Individuale Pensionistico: una vera rivoluzione nel mondo della Cessione del Quinto!

La lista dei Fondi Complementari, divisi in Negoziali, Aperti e Individuali è consultabile sul sito del COVIP (la Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione). Tutti i fondi qui accreditati e rappresentati da un codice sono validi per poter richiedere la Cessione del Quinto ponendo il TFR a garanzia.

cessione-del-quinto-con-tfr-al-fondo-complementare

Per poter richiedere la Cessione del Quinto l’unica condizione è di aver maturato almeno 3 anni di contribuzione presso il Fondo Complementare: ciò rappresenta per la Compagnia Assicurativa una condizione minima di continuità lavorativa e una garanzia sul buon esito dei pagamenti.

Resta inteso che, al di là del TFR al Fondo Complementare, tutte le aziende private sono considerate da valutare in base ad un rating che misura la sicurezza dell’Azienda stessa

Per effettuare la valutazione necessito di ultima busta paga e CUD, l’esito è rapido e, nel caso, sia positivo si può procedere con l’istruttoria della pratica.

Per quanto riguarda i Fondi Complementari un’altra novità è la Notifica Facile, un servizio che ha lo scopo di mettere in contatto Compagnie assicurative e Fondi di previdenza complementare per velocizzare la gestione di tutte le attività legate alle operazioni di Cessione del Quinto dello Stipendio. Tale servizio permette anche di ottenere gli estratti aggiornati del cliente, con risparmio di tempo nella delibera della pratica. Di seguito una lista dei Fondi che aderiscono a Notifica Facile:

 

Numero CovipNome FondoTipologia
61Fondo CometaFondo Negoziale
89AlifondFondo Negoziale
96CooperlavoroFondo Negoziale
107FoncerFondo Negoziale
117PrevimodaFondo Negoziale
123Fon.Te.Fondo Negoziale
124ByblosFondo Negoziale
125GommoplasticaFondo Negoziale
17TeseoFondo Aperto
5052Cento Stelle RealePiano Individuale
5053Cento Stelle TaxplanPiano Individuale

Se hai destinato il TFR ad un Fondo pensione e vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

8
Set

Cessione del Quinto per un Militare a confronto con un Prestito personale

Un Militare assunto a tempo indeterminato ha a disposizione diverse tipologie di finanziamento: Cessione del Quinto, Prestito Personale, carte Revolving, affidamenti in conto corrente. E’ quello che si potrebbe definire un cliente TOP, ovvero un cliente perfetto con un contratto di lavoro sicuro con Enti Statali come Esercito, Aeronautica, Marina Militare.

Detto questo quale Prestito scegliere?

Il modo migliore per verificare è, come al solito, andare in giro su Internet e cercare le migliori offerte di Prestito Personale per poterle confrontare con la Cessione del Quinto che distribuisco tramite Dynamica retail Spa. Per correttezza e per mantenere anonimato chiamerò le due finanziarie Banca A e Banca B: si tratta di due Istituti di Credito molto attivi su internet e molto presenti anche in campagne TV. Per tale ragione si tratta probabilmente dei due prodotti di Prestito personale più vantaggiosi e venduti sul mercato.

  • Banca A
  • Rata 319
  • Durata 96 mesi
  • Erogato 20.000
  • Taeg 10,05%
  • Banca B
  • Rata 307
  • Durata 96 mesi
  • Erogato 20.000
  • Taeg 8,77%

L’esempio di Cessione del Quinto in tabella è riferito ad un Militare di 35 anni e, come si può notare, è nettamente più vantaggioso dei Prestiti delle due Banche (dati ricavati da internet dai rispettivi siti delle finanziarie). A parità di importo erogato (20.000) e durata (96 mesi) c’è una differenza di 39 euro sulla rata rispetto alla Banca B.

In termini pratici lo stesso identico finanziamento costa – 39 euro x 96 mesi – ovvero 3.744 euro in più sotto forma di Prestito Personale rispetto alla Cessione del Quinto!

Ma quali sono le differenze tra questi due tipi di finanziamento che giustificano questo divario?

Si tratta di due forme di Finanziamento molto diverse: col Prestito Personale addebiti la rata direttamente sul conto corrente, mentre con la Cessione viene trattenuta in busta paga direttamente dall’Amministrazione Militare. La Cessione del Quinto è un prestito garantito dall’intervento dell’Ente Statale che si occupa dei pagamenti e ciò rappresenta una garanzia per l’Istituto di Credito che potrà applicare condizioni estremamente favorevoli (essendo praticamente sicuro del buon fine dei pagamenti). In basso nei due tab trovi altre differenze tra i due finanziamenti esaminati:

Tipo di FinanziamentoTempi di erogazioneControllo in CRIFDurata massima
Prestito Personalecirca una settimanaprevistoin genere max 96 mesi
Cessione del Quintodue-tre settimaneNon previstofino a 120 mesi

Le due principali debolezze del Prestito Personale sono il controllo del merito creditizio e la durata massima. Il controllo della CRIF esclude chi ha avuto problemi (anche piccoli) di pagamento: il prestito viene bocciato automaticamente. Anche la durata massima rappresenta un limite: la maggior parte dei prestiti personali arrivano a 84 mesi (oltre solo poche eccezioni). Di contro la Cessione del Quinto è fattibile fino a 120 mesi (con possibilità di rate più basse) e viene concessa anche in presenza di segnalazioni in banche dati.

Per quanto riguarda i tempi di erogazione bisogna fare alcune valutazioni. Il prestito personale (soprattutto in versione online) è piuttosto rapido, ovvero prevede una delibera di pochi giorni dopo di che vengono generati i contratti e parte il bonifico sul conto corrente (se va tutto a buon fine). La Cessione del Quinto ha invece tempi più variabili poichè i contratti devono essere notificati alle Amministrazioni Militari dalle quali poi si deve ricevere l’Atto di Benestare. Questo processo può durare alcuni giorni o anche qualche settimana (dipende dall’Ente con cui si ha a che fare). Questo piccolo limite della Cessione si può attenuare con la possibilità di anticipi erogabili rapidamente.

Ad ognuno le sue valutazioni! Una maggiore rapidità di erogazione vale 3.744 euro a fronte di un importo finanziato identico?

Vi invito a segnalarmi un eventuale Prestito Personale con caratteristiche migliori dei due indicati in questo esempio: potete scrivere un commento in basso o contattarmi tramite il sito. In tal modo posso procedere a revisionare e correggere l’articolo. L’esempio di Cessione del Quinto è riferito ad un militare di 35 anni (le tariffe assicurative obbligatorie sulla Cessione variano in ragione dell’età) e non costituisce offerta al pubblico: per essere chiari si tratta solo di un esempio, nel caso concreto il cliente deve ricevere un’offerta dettagliata in base al suo profilo, un’informativa completa e successivamente, in caso di interesse verso il preventivo proposto, la pratica verrà valutata dalla Finanziaria di cui sono Agente Monomandatario, ovvero Dynamica Retail Spa che si riserva il diritto di accettare o meno il finanziamento.

Per questa ragione, se sei un Militare e desideri avere maggiori e più precise informazioni sulla Cessione del Quinto compila il modulo di contatto e chiedi una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti