info@credilnetwork.it
345 6282071

Delega di Pagamento

22
Feb

Delega o seconda trattenuta in busta paga: elenco enti in convenzione

La Delega o seconda trattenuta in busta paga è un prestito trattenuto direttamente dal datore di lavoro come la Cessione del Quinto. L’unica differenza con la Cessione sta nel fatto che in molti casi può essere fatta solo in convenzione con l’Ente a cui il lavoratore appartiene.

La Convenzione per la Delega rappresenta una garanzia per il cliente poichè stabilisce un Taeg massimo applicabile al Finanziamento.

In genere queste convenzioni stabiliscono di dover mantenere un Taeg da 3 a 9 punti inferiore al tasso soglia trimestrale indicato dalla Banca D’Italia, a tutto vantaggio per il cliente.

Di seguito la lista degli Enti Convenzionati per la Delega con Dynamica retail spa:

  • Delega Provincia di Terni
  • Delega Provincia di Torino
  • Delega Regione Sicilia Fondo Pensioni
  • Delega Ares 118
  • Delega Asl 4 Chiavarese
  • Delega Asl Brindisi
  • Delega Asl Matera
  • Delega Asl Salerno
  • Delega Asl Viterbo
  • Delega Asl Lanciano Vasto Chieti
  • Delega Asl Taranto
  • Delega Asp Potenza
  • Delega Azienda Ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi Salerno
  • Delega Arma dei Carabinieri
  • Delega Comune Città di Castello
  • Delega Comune di Acireale
  • Delega Comune di Bacoli
  • Delega Comune di Caserta
  • Delega Comune di Castel Goffredo
  • Delega Comune di Cervia
  • Delega Comune di Collegno
  • Delega Comune di Cosenza
  • Delega Comune di Pantelleria
  • Delega Comune di Pescara
  • Delega Comune di Ravenna
  • Delega Fondazione Enasarco
  • Delega Poste Italiane
  • Delega Provincia di Avellino
  • Delega Salerno Pulita
  • Delega Università degli studi di Napoli
  • Delega Università La Sapienza Roma

Per questo elenco di Enti la Delega può essere fatta SOLO in Convenzione!

Per tutti gli altri Enti Pubblici la Delega risulta fattibile caso per caso, quindi è soggetta ad una valutazione che, se positiva, permette di procedere anche in assenza di convenzione. In genere molti enti accettano la Delega in coesistenza con la Cessione fino al 40% dello stipendio netto, ovvero fino al doppio quinto.

E’ possibile arrivare al 50% dello stipendio netto in casi eccezionali e solo con approvazione da parte dell’Ente.

E’ sempre esclusa la possibilità di seconda trattenuta per i Pensionati, anche se in alcuni casi è possibile che il lavoratore si ritrovi sulla pensione le due trattenute per Cessione e Delega che erano presenti in busta paga.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Delega puoi compilare il modulo di contatto oppure puoi scrivermi subito su:

WhatsApp

 

e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

11
Giu

Convenzione Delega di Pagamento Statali

La Delega di Pagamento è un prestito del tutto simile alle Cessione del Quinto, infatti il Dipendente Pubblico e Statale può cedere un secondo quinto per ottenere nuova liquidità. Il totale delle trattenute deve quindi restare nel 40% dello stipendio netto (anche 50% in casi particolari). La Delega, a differenza della Cessione, è stipulata istruita in convenzione con l’Ente Pubblico o Statale.

Fino all’anno scorso, ogni Finanziaria stipulava convenzioni con i singoli enti o con singoli Istituti Scolastici. Da oggi è attiva una convenzione Dynamica Retail Spa centralizzata: si tratta di un accordo diretto con NoiPa, il Portale online che riunisce:

  • RTS – le Ragionerie Territoriali dello Stato
  • Gli Uffici Scolastici
  • tutti gli altri Enti Statali

Si tratta di una grossa semplificazione che permetterà ai Dipendenti Statali di accedere rapidamente alla Delega a condizioni vantaggiose. Di Seguito la Convenzione stipulata tra Dynamica Retail (la società di cui sono Agente Monomandatario) e NoiPa:Convenzione Delega di PagamentoTale Convenzione stabilisce che sarà possibile istruire Delega per il dipendente per tutti gli Enti Statali (Ministeri, Agenzie Fiscali, Presidenza e Dirigenza del Consiglio dei Ministri, Polizia di Stato, Scuole) trasmettendo l’All E all’amministrazione di appartenenza del Dipendente. Il Calcolo del Quinto viene effettuato facendo una media delle ultime tre buste paga e, soprattutto, il Taeg dell’operazione sarà di 8 punti più basso rispetto al tasso soglia indicato trimestralmente dal MEF. Per il trimestre che termina a fine Giugno tale tasso soglia è del 17,05%, quindi la Delega dovrà essere stipulata con un tasso uguale o inferiore al 9,05%.

Se desideri avere maggiori informazioni sulla Delega in coesistenza con la Cessione compila il modulo di contatto e chiedi una consulenza senza impegno!

Articoli Interessanti

 

24
Apr

Cessione del Quinto online: ricerche su google e interesse per città

Cercare tramite Google la Cessione del Quinto online più adatta è un comportamento in continua crescita per gli utilizzatori di Internet. Dopo un inizio timido nel 2004 le ricerche tramite “cessione del Quinto” o “quinto dello stipendio” sono diventate sempre più frequenti a dimostrazione del fatto che è cresciuta la fiducia dei consumatori verso gli acquisti finalizzati tramite Internet con Operatori Finanziari affidabili.

Il grafico riportato qui in basso (fonte Google Trend) riporta l’andamento delle ricerche correlate con la Cessione del Quinto dal 2004 al 2015. Si può notare una costante crescita dell’interesse in questa forma di prestito con picchi nei mesi di Maggio, Settembre e Ottobre e cali di domanda nei mesi di Agosto e Dicembre, quando le famiglie sono impegnate in vacanze e feste e, probabilmente, i progetti vengono rimandati di qualche settimana.

Cessione del Quinto onlineCome Agente in Attività Finanziaria impegnato in questo settore da anni ho anch’io registrato un aumento della richiesta che proviene tramite Internet. I motivi di questa crescita sono principalmente dovuti alla concorrenza leale che impone Internet che va a tutto vantaggio del cliente per ciò che concerne i costi della Cessione. Una domanda che spesso mi viene posta è: posso fidarmi di un intermediario contattato tramite una ricerca su google? Quello che rispondo è sostanzialmente si: chi si propone su internet ha tutti i requisiti professionali per farlo e il cliente può sempre verificare che si tratti di un professionista abilitato tramite il sito dell’OAM (Organismo Agenti e Mediatori).

Interesse Cessione del Quinto

Su base regionale i soggetti più attivi nella ricerca della Cessione del Quinto online si trovano nel Lazio, in Sardegna e Sicilia, in Calabria e Lombardia, mentre se si considerano le città dalle quali provengono più ricerche Roma è saldamente al primo posto, seguita sorprendentemente da Sassari e subito dopo Catania, Cagliari e Milano. Il motivo per cui il Lazio e la città di Roma in particolare sono al primo posto nelle ricerche sta nella quantità di Dipendenti Pubblici e Statali concentrati soprattutto nella Capitale per i quali la Cessione del Quinto risulta essere una forma di prestito sicuramente interessante e da valutare.

Interesse città Cessione del Quinto

Infine discorso a parte va fatto per i Pensionati. Le ricerche associate alla “quota cedibile online” e alla “cessione del quinto della pensione” erano praticamente assenti fino a qualche anno fa per poi diventare via via più frequenti. Il motivo va ricercato soprattutto nella procedura in convenzione Inps che consente tempi rapidi dalla richiesta di quota cedibile all’ottenimento del Benestare Telematico.

Se desideri avere maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto compila il modulo di contatto e chiedi una consulenza senza impegno!

Articoli Interessanti

28
Mar

Cessione del Quinto Dipendente Parapubblico o Parastatale

Un Dipendente di un’Azienda Parapubblica o Parastatale può ottenere la Cessione del Quinto a condizioni simili a quelle di un Dipendente Pubblico. Per Azienda Parastatale si intende un’Amministrazione controllata almeno per il 50% da un Ente Pubblico o al 100% da un Ente Parapubblico. Di seguito alcune azienda Parapubbliche a cui ho notificato pratiche di Cessione:

  • Ama Spa – l’Azienda Municipale Ambiente di Roma
  • Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma
  • ACI spa – Automobile Club Italia
  • Anas Spa

In genere questo tipo di Aziende compilano un certificato di Stipendio su loro modelli nel quale sono indicati tutti gli elementi della retribuzione oltre ad informazioni importanti sulla natura del rapporto di lavoro (soprattutto la data di assunzione a tempo indeterminato). Inoltre il documento riporta i dati delle eventuali cessioni, deleghe o pignoramenti, oltre all’importo del TFR disponibile. In basso un esempio di certificato rilasciato da Ama Spa:

certificato stipendio Ama Spa

Come si può notare il TFR accantonato è di soli 786 euro. Nonostante ciò la Cessione e anche l’eventuale delega sono possibili. A differenza di un’Azienda Privata dove il TFR accantonato è fondamentale per la Cessione del Quinto, per un’Azienda Parapubblica, come l’Ama spa in questo caso, la Cessione è fattibile anche senza TFR. Non è un vantaggio da poco poichè anche i neo assunti possono accedere a questa forma di prestito.

 

Se sei un Dipendente Parapubblico e vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto compila il modulo di contatto e verrai richiamato per una consulenza gratuita.

Articoli Interessanti

28
Feb

Cessione del Quinto Medico Convenzionato e Dirigente

La Cessione del Quinto per un Medico o un Dirigente Medico è un prodotto Pubblico se rientra in una serie di parametri che ora vedremo. In linea generale per poter accedere alla Cessione un Medico professionista deve avere una convenzione a Tempo Indeterminato con una Struttura Sanitaria Pubblica.

A seconda della tipologia di Medico saranno presenti in busta paga le relative trattenute previdenziali:

  • ENPAM per i Medici
  • ENPAP per gli Psicologi
  • ENFAP per i Farmacisti
  • ENPAV per i Veterinari
  • ENFAB per i Biologi

La rata massima utilizzabile per la Cessione del Quinto è pari al 20% della retribuzione netta. Per Stipendio Netto si intendono tutte le voci fisse e continuative che compongono la busta paga, al netto di tutti gli oneri previdenziali e fiscali. Per il calcolo del Quinto, in genere si considerano le ultime tre buste paga e si da una media della retribuzione netta.

Scadenza oltre età Pensionabile

I Medici sono considerati Dipendenti Pubblici se hanno una convenzione a Tempo Indetreminato con una struttura del Sistema Sanitario Nazionale. Per tale motivo la Cessione del Quinto può anche terminare oltre l’età Pensionabile. In sede di notifica del contratto verrà inviata una copia anche all’Ente Previdenziale di appartenenza. Discorso diverso per la Delega di Pagamento, ovvero il “secondo quinto“. Come per ogni Dipendente Pubblico è concessa la possibilità di cedere una ulteriore quota pari al 20% dello stipendio netto, ma tale prestito deve terminare entro l’andata in pensione. Il criterio generale è di 66 anni a scadenza del prestito e anzianità come indicato in questa tabella:

Anzianità di Servizio per Delega

Come si può notare l’anzianità di servizio utile per andare in pensione aumenterà nel corso degli anni.

Particolarità Dirigente Medico

Sono finanziabili con la Cessione del Quinto i Dirigenti Medici del Settore Pubblico assunti a tempo indeterminato ad eccezione degli incarichi affidati direttamente dal Direttore Generale che sono contratto di tipo Privato e di durata non superiore a 5 anni. Il Quinto cedibile di un Dirigente medico è composto soltanto dalle voci fisse e continuative; vanno quindi escluse le eventuali indennità legate ad incarichi temporanei.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto compila il modulo di contatto e verrai richiamato per una consulenza gratuita.

Articoli Interessanti

16
Ott

Requisiti di età e anzianità di servizio per la Delega

La Delega di Pagamento per i Dipendenti Pubblici e Statali deve terminare prima che il Dipendente maturi i requisiti di quiescenza, invece la Cessione del Quinto  può avere una scadenza successiva all’andata in pensione (sarà l’ente previdenziale a continuare la trattenuta sulla pensione). Questa caratteristica della Delega va valutata nella fase istruttoria della pratica per determinare sia l’Età alla scadenza del prestito che l’Anzianità di Servizio.

Di seguito una Tabella riepilogativa del dato combinato Età-Anzianità per determinare quando il Dipendente maturerà i requisiti per la Pensione.

Tabella Requisiti Pensione

Un Dipendente Pubblico di 58 anni e 4 mesi con 32 anni di servizio potrà quindi fare una Delega a massimo 8 anni di durata. Poichè la Delega terminerà nel 2021 si terrà conto del dato associato al 2021, ovvero massimo 67 anni e due mesi alla scadenza. L’Anzianità di servizio in questo caso non incide poichè il Dipendente matura, per la pensione, prima il requisito legato all’età.

Un altro esempio con un Dipendente di 58 anni e 38 anni e due mesi di servizio complessivo renderà possibile una Delega a massimo 4 anni,  in questo caso incide il dato sul Servizio piuttosto che L’età del richiedente.

Nella fase di istruttoria della partica verranno elaborati gli estratti previdenziali Inps e Inpdap per cacolare l’effettiva Anzianità di Servizio, di solito le Banche si appoggiano a Patronati per ottenere in tempi brevi questi documenti.

Esiste una sola eccezione di carattere generale che non permette di valutare una Delega e riguarda il dato Età maturato al 31/12/2011:

 

Se vuoi maggiori informazioni sulla Delega a Dipendenti Pubblici o Statali compila il modulo di contatto e verrai contattato per una consulenza Gratuita!

Articoli Interessanti

30
Set

Quando rinnovare la Cessione del Quinto?

Il rinnovo della Cessione del Quinto può essere effettuato dopo il pagamento del 40% delle rate. Ciò significa che una Cessione a 120 mesi (10 anni) può essere rinnovata soltanto dopo aver pagato 48 rate (4 anni). La Legge non permette di rinegoziare una Cessione ante-termine, ovvero prima che sia trascorso il 40% delle rate totali. Al di là di ciò che dice la legge, il momento giusto per rinnovare una Cessione dipende da una serie di fattori, primo fra questi la necessità effettiva di denaro per un progetto o una situazione familiare impellente.

Rinegoziare la Cessione significa fare un nuovo finanziamento con il quale si estingue la Cessione precedente e, per differenza, si ricava nuova liquidità. Un consiglio ovvio è quello di pagare il maggior numero di rate prima di procedere ad un rinnovo, questo perchè diminuendo il debito residuo è possibile ottenere una somma più elevata. Sembra un consiglio banale, ma non lo è poichè per esperienza la maggior parte dei rinnovi viene effettuata al limite della legge, ovvero non appena raggiunto il famoso limite del 40% delle rate pagate.

Eccezione alla Regola

Esiste una sola eccezione alla regola del 40% e, in genere, si applica ad ogni tipologia di Dipendente o Pensionato:

 
Questo significa che una Cessione a 60 mesi può essere rinnovata con una a 120 mesi anche dopo solo tre rate pagate.

Importo Minimo da Garantire

La somma che, dopo l’estinzione della Cessione precedente, viene erogata al cliente, deve rispettare dei minimi stabiliti dal buon senso più che dalla legge. In genere tale limite “etico” detto anche importo minimo da garantire, viene stabilito nel 10% del Montante della nuova operazione. Ecco due esempi:

  • Residuo Cessione da Estinguere: 15.500
  • Montante della nuova Operazione 30.000 (es. 250 euro x 120 mesi)
  • Netto ricavo 20.500
  • Totale erogato al cliente (20.500 – 15.500):  5.000
  • Residuo Cessione da Estinguere: 18.500
  • Montante della nuova Operazione 30.000 (es. 250 euro x 120 mesi)
  • Netto ricavo 20.500
  • Totale erogato al cliente (20.500 – 18.500):  2.000

In entrambi i casi il montante lordo (rata x durata) è di 30.000; il 10% ovvero l’importo minimo da garantire dopo il rinnovo è pari a 3.000 euro. Nel primo caso l’operazione sarebbe fattibile poichè ad estinzione effettuata al cliente restano 5.000 euro. Nel secondo caso l’operazione non è fattibile (o perlomeno è sconsigliata) poichè l’importo erogato è troppo esiguo e comunque inferiore al minimo previsto di 3.000 euro. Puoi visualizzare le due ipotesi cliccando sui Tab in alto.

Rimborsi sul Conto di Estinzione

Per poter procedere al rinnovo della Cessione è fondamentale avere un Conto di Estinzione aggiornato della Cessione precedente. Tale documento riporta il debito residuo, ovvero la somma esatta da bonificare alla Banca per ritenere estinta l’operazione che si vuole rinnovare. Ogni conto di Estinzione riporta dei rimborsi obbligatori:

  • Interessi non Maturati (calcolati in base al Tan)
  • Rimborso Commissioni Finanziarie
  • Restituzione del premio Assicurativo non Goduto

Mentre i primi due rimborsi sono sempre presenti sul Conteggio Estintivo, spesso il rimborso del premio Assicurativo non viene calcolato, ma è il cliente che deve contattare la Compagnia per chiedere la restituzione di quanto non goduto. Su ogni Cessione del Quinto c’è una polizza su rischio Vita ed Impiego che copre l’intera durata del Finanziamento: se tale Cessione viene estinta anticipatamente il cliente ha diritto ad avere indietro parte di quel premio per il periodo non goduto! Non tutti gli Agenti si preoccupano di suggerire al cliente tale diritto… quindi:

 

Se vuoi avere informazioni dettagliate in merito al Rinnovo della Cessione del Quinto compila il modulo di contatto e verrai contattato per una consulenza Gratuita!

Articoli Interessanti

18
Set

Cessione del Quinto Personale Scolastico

La Cessione del Quinto è ottenibile da tutto il Personale Scolastico a tempo indeterminato: Docenti (insegnanti) e ATA (personale amministrativo tecnico ausiliario). Tali Dipendenti sono considerati Statali ai fini della scelta del prodotto Finanziario e Assicurativo, con tutti i vantaggi in termini di Interessi e Spese riservati ai Dipendenti dello Stato. Chiedi subito una valutazione gratuita oppure continua con la lettura!

Pur essendo assunti dal Ministero dell’Istruzione, questi Dipendenti sono pagati dalle RTS (Ragioneria dello Stato).

Il Personale Scolastico a Tempo Indeterminato prima della conferma di ruolo è considerato in prova per un anno scolastico, dopo tale periodo viene solitamente confermato in ruolo dal Centro dei Servizi Amministrativi.

Questo significa che un o una Insegnante dopo 3 mesi di assunzione a Tempo Indeterminato può già richiedere la Cessione del Quinto, indipendentemente dal TFR accantonato.

Per procedere all’Istruttoria della Cessione del Quinto è necessaria l’ultima busta paga, il Cud e un attestato di Servizio che viene redatto presso la Scuola dove viene svolto il servizio. Sulla Busta paga dei Dipendenti Statali è riportato anche il massimo Quinto cedibile, in basso sotto il netto. Di norma tale importo coincide con quello che verrà ricavato dal Modello B1, il certificato di Stipendio del Personale Scolastico:

 

Sul Modello B1 è riportato lo Stipendio Netto del Dipendente dal quale si calcola l’esatto Quinto Cedibile. Oltre a questo si evincono eventuali altre trattenute e pignoramenti, con relativi residui e scadenze. Il Modello B1 rappresenta una sicurezza per il Dipendente e per la Banca: se non ci sono problemi di sorta l’operazione è sicuramente assumibile.

cessione-del-quinto-e-prestito-inps-ex-inpdap

In questo dettaglio di Busta Paga di un Insegnante si nota la presenza del Prestito INPS ex Inpdap: tale finanziamento può coesistere con la Cessione del Quinto e, pertanto, non è necessario estinguerlo in sede di liquidazione.

La notifica dei contratti e della Polizza a copertura della Cessione, viene fatta direttamente alla RTS di appartenenza. A seconda della Provincia interessata, per l’ottenimento del Benestare, occorre da 1 a diversi giorni, dopo di che si procede con la liquidazione con bonifico sul conto corrente.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto compila il modulo di contatto e verrai contattato senza impegno: una chiacchierata non costa nulla!

Articoli Interessanti

16
Set

Quanto costa una Cessione del Quinto?

Il Costo di una Cessione del Quinto è determinato da una serie di fattori come il Tasso di Interesse, la Polizza e le spese di gestione e di mediazione del finanziamento. Tutte queste voci sono spiegate nei fogli informativi che l’Agente in Attività Finanziaria deve consegnare al cliente nella fase pre-contrattuale. Questo passaggio è determinante affinchè il cliente comprenda con esattezza quali sono le condizioni applicate e cosa rappresenta il Taeg finale del prestito.

Tasso di Interesse

Il Tasso di Interesse Annuo Nominale, detto TAN, rappresenta gli interessi chiesti dalla Banca per la concessione della Cessione del Quinto. Si tratta di un Tasso Fisso per tutta la durata del finanziamento e incide solo in parte sulla totalità dei costi associati alla Cessione. In genere il TAN va da un minimo del 4% per un Dipendente Pubblico ad un massimo del 7% per un Dipendente Privato. Il TAN non è affatto indicativo del costo effettivo dell’operazione e non va usato come metro per valutare un preventivo!

Polizza Assicurativa

Sulle operazioni di Cessioni del Quinto grava una Polizza Assicurativa obbligatoria che copre il Rischio Vita ed Impiego e tutela la Banca su una eventuale insolvenza. Il costo della Polizza è variabile e dipende dal tipo di Impiego, dall’Età e dall’Anzianità di Servizio. E’ compito dell’Agente in Attività Finanziaria offrire la migliore Compagnia di Assicurazione per il prodotto scelto. In linea di massima questa voce di spesa è più cara per un Dipendente Privato rispetto da un Dipendente Pubblico o Statale.

Costo di Gestione del Finanziamento

La Banche si affidano spesso a società Finanziarie per distribuire la Cessione del Quinto. Praticamente affidano a queste società, iscritte in un Albo speciale della Banca d’Italia, un “plafond” ovvero delle somme da destinare a questo tipo di Finanziamento. Le Finanziarie si occuperanno della Gestione e della Riscossione delle rate per tutta la durata del Finanziamento e vigileranno sulla professionalità degli Agenti che entrano in contatto con i clienti e sulla correttezza dell’operazione, dalla fase pre-contrattuale all’erogazione del prestito.

Costo di Distribuzione o Mediazione

I Clienti entrano in contatto con Agenti in Attività Finanziaria, soggetti autorizzati da un apposito organismo (OAM) ad esercitare questa professione. Si tratta di professionisti che hanno un Mandato da parte di una Finanziaria e possono pertanto distribuire i prodotti di Cessione del Quinto e Delega di Pagamento. La commissione che percepisce un Agente è variabile e incide sui costi della Cessione in termini percentuali sul Montante dell’operazione.

Tutte queste informazioni e i costi relativi sono espressi in un Documento di Sintesi che viene consegnato al cliente. Il miglior consiglio è sempre di valutare più di un preventivo e affidarsi ad un Agente in regola: iscritto all’OAM e all’IVASS (L’Organismo che controlla il settore delle Assicurazioni). Se vuoi una consulenza o un preventivo Gratuito compila il modulo di contatto.

Articoli Interessanti

13
Set

Convenienza e fattibilità di una Cessione del Quinto

La Cessione del Quinto conviene per una serie di ragioni, prima fra queste la valutazione immediata della fattibilità dell’operazione. A differenza del Prestito Personale che è soggetto ad una complessa valutazione da parte della Banca, una Cessione del Quinto viene giudicata fattibile se sussistono delle condizioni di partenza che sono visualizzabili, spesso, tramite la sola busta paga o il prospetto della Pensione.

Dipendente Pubblico a Tempo Indeterminato

Se sei un Dipendente a Tempo Indeterminato di un’Azienda Pubblica la Cessione del Quinto è fattibile nella quasi totalità dei casi, anche se si tratta di un’assunzione recente. Dico “quasi” perchè ci sono due casi generali in cui la Cessione può essere rifiutata:

 

 

Tutto ciò fermo restando i limiti generali di cessione di massimo due Quinti dello Stipendio netto (40%) per la Cessione e per la Delega, in casi particolari o in presenza di un Pignoramento si può arrivare al 50% dello Stipendio Netto.

Dipendente Privato a Tempo Indeterminato

Per i Dipendenti Privati a Tempo Indeterminato, oltre ai casi previsti sopra si valuta anche l’Azienda e il TFR:

 

 

Pensionati Inps, Inpdap o altri enti

Per i Pensionati titolari di una Pensione di Anzianità non sussistono mai problemi se le condizioni di salute non riportano gravi patologie e se si rispettano i limiti di Età alla scadenza del Prestito di 82 anni e 3 mesi. Per gli altri casi i limiti alla fattibilità sono:

 

 

Tutte queste valutazioni sono veloci e al cliente viene data una risposta sulla fattibilità in tempi molto brevi. Gli altri vantaggi che rendono conveniente una Cessione del Quinto si possono riassumere così:

  • Firma Singola: non è mai richiesto un Garante
  • Nessuna valutazione in Crif: la cessione è fattibile anche con problemi di pagamento
  • Durata fino a 120 mesi: ciò rende possibile avere una rata più bassa

 

Anche il costo di una Cessione del Quinto è concorrenziale rispetto alle migliori condizioni di un Prestito Personale. Spesso, per durate a 120 mesi, una Cessione del Quinto per un Dipendente Pubblico ha un Taeg inferiore al 10%. Raramente un Prestito Personale viene concesso a queste condizioni. Inoltre la Polizza per il rischio Vita e Impiego, obbligatoria per la Cessione, viene “caldamente” consigliata anche per un Prestito Personale (dove sarebbe, teoricamente, facoltativa).

Se vuoi ulteriori informazioni sulla Cessione del Quinto e vuoi valutare la sua convenienza compila il modulo di contatto e verrai richiamato, senza impegno!

 

Articoli Interessanti

 

 

Scrivimi su WhatsApp