info@credilnetwork.it
345 6282071
14
Giu

Cessione del Quinto neo assunti

La Cessione del Quinto è un prestito creato apposta per i Dipendenti Pubblici, anche se neo assunti. Ciò significa che il TFS del dipendente non è necessario al perfezionamento dell’operazione.

La garanzia principale per la banca è rappresentata unicamente dalla solidità del posto di lavoro

L’impiego Pubblico o Statale permette quindi di superare una delle principali difficoltà di accesso ad un finanziamento, ovvero l’anzianità lavorativa. A differenza della Cessione del Quinto, quando si chiede un Prestito personale (con addebito della rata sul conto corrente) al cliente viene assegnato uno scoring, un punteggio. I criteri principali che stabiliscono questo score sono:

  • Storico creditizio
  • Anzianità lavorativa
  • Crif senza segnalazioni

In genere chi ha una assunzione recente a tempo indeterminato non ha uno storico creditizio poichè difficilmente viene concesso un prestito a chi ha contratti a tempo determinato o di altro tipo. Di conseguenza accade che anche a fronte di un contratto a tempo indeterminato sia necessario un garante per ottenere il primo finanziamento (con addebito sul conto corrente), in alternativa vengono finanziati piccoli importi per censire il cliente.

Per la Cessione del Quinto questa regola non vale: non appena ottenuta una assunzione a tempo indeterminato si può richiedere il massimo importo in relazione al quinto cedibile

Nell’esempio c’è il B1 (certificato di stipendio) di un neo assunto nella scuola, da due mesi. Il dipendente in questione ha ottenuto una Cessione del Quinto con rata 284 x 120 mesi, ovvero il massimo possibile.

La Cessione del Quinto è sempre possibile per un neo assunto Pubblico o Statale, mentre non è fattibile per un Dipendente privato per il quale è fondamentale il TFR accantonato (almeno 2.000 euro).

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del quinto per neo assunti puoi compilare il modulo di contatto oppure puoi scrivermi subito su:

WhatsApp

 

e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

22
Feb

Delega o seconda trattenuta in busta paga: elenco enti in convenzione

La Delega o seconda trattenuta in busta paga è un prestito trattenuto direttamente dal datore di lavoro come la Cessione del Quinto. L’unica differenza con la Cessione sta nel fatto che in molti casi può essere fatta solo in convenzione con l’Ente a cui il lavoratore appartiene.

La Convenzione per la Delega rappresenta una garanzia per il cliente poichè stabilisce un Taeg massimo applicabile al Finanziamento.

In genere queste convenzioni stabiliscono di dover mantenere un Taeg da 3 a 9 punti inferiore al tasso soglia trimestrale indicato dalla Banca D’Italia, a tutto vantaggio per il cliente.

Di seguito la lista degli Enti Convenzionati per la Delega con Dynamica retail spa:

  • Delega Provincia di Terni
  • Delega Provincia di Torino
  • Delega Regione Sicilia Fondo Pensioni
  • Delega Ares 118
  • Delega Asl 4 Chiavarese
  • Delega Asl Brindisi
  • Delega Asl Matera
  • Delega Asl Salerno
  • Delega Asl Viterbo
  • Delega Asl Lanciano Vasto Chieti
  • Delega Asl Taranto
  • Delega Asp Potenza
  • Delega Azienda Ospedaliera San Giovanni di Dio e Ruggi Salerno
  • Delega Arma dei Carabinieri
  • Delega Comune Città di Castello
  • Delega Comune di Acireale
  • Delega Comune di Bacoli
  • Delega Comune di Caserta
  • Delega Comune di Castel Goffredo
  • Delega Comune di Cervia
  • Delega Comune di Collegno
  • Delega Comune di Cosenza
  • Delega Comune di Pantelleria
  • Delega Comune di Pescara
  • Delega Comune di Ravenna
  • Delega Fondazione Enasarco
  • Delega Poste Italiane
  • Delega Provincia di Avellino
  • Delega Salerno Pulita
  • Delega Università degli studi di Napoli
  • Delega Università La Sapienza Roma

Per questo elenco di Enti la Delega può essere fatta SOLO in Convenzione!

Per tutti gli altri Enti Pubblici la Delega risulta fattibile caso per caso, quindi è soggetta ad una valutazione che, se positiva, permette di procedere anche in assenza di convenzione. In genere molti enti accettano la Delega in coesistenza con la Cessione fino al 40% dello stipendio netto, ovvero fino al doppio quinto.

E’ possibile arrivare al 50% dello stipendio netto in casi eccezionali e solo con approvazione da parte dell’Ente.

E’ sempre esclusa la possibilità di seconda trattenuta per i Pensionati, anche se in alcuni casi è possibile che il lavoratore si ritrovi sulla pensione le due trattenute per Cessione e Delega che erano presenti in busta paga.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Delega puoi compilare il modulo di contatto oppure puoi scrivermi subito su:

WhatsApp

 

e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

5
Feb

Promozione Presenta un Amico Cessione del Quinto

Se hai un Amico interessato alla Cessione del Quinto perchè non partecipare a questa promozione? Presenta un Amico è un piccolo concorso a premi riservato a chi ci segnalerà un conoscente che poi finalizzerà una pratica di Cessione con la nostra Società Finanziaria.

La Cessione del Quinto è un Prestito per Dipendenti o Pensionati con la trattenuta della rata direttamente in busta paga o sulla Pensione

Come funziona la Promozione? Semplice: il tuo amico, ovvero il Diretto Interessato deve inviare una email a: info@credilnetwork.it e indicare nome, cognome e numero di telefono suo e dell’amico segnalatore. Nell’oggetto scriverà “promo cessione quinto“.

NOTA BENE: il diretto interessato alla Cessione deve inviare la mail per ragioni di Privacy! Nella mail indicherà i dati del segnalatore che riceverà il Premio a pratica finalizzata!

Fino a qui tutto molto semplice, ma i Premi?

I premi saranno erogati solo a pratica finalizzata, ovvero dopo la liquidazione al cliente segnalato. Il segnalatore potrà scegliere tra:

Buoni Carburante ENI

con valore variabile da 50 a 250 euro

Buoni Regalo AMAZON

del valore variabile da 50 a 250 euro

I Buoni carburante saranno erogati in tessere magnetiche e saranno spendibili presso le stazioni di rifornimento Agip/ENI, I buoni regalo Amazon saranno erogati sotto forma di codice da inserire nel carrello Amazon per effettuare acquisti sul sito Amazon.it.

I Premi saranno commisurati al Montante della Cessione segnalata e poi finalizzata. Il Montante è rappresentato dal totale dovuto dal cliente, ovvero dalla RATA moltiplicata per la durata.

Ad esempio una Cessione con rata 200 euro x 120 mesi di durata ha un montante di 24.000 euro. Il montante minimo per partecipare a questa promozione è 6.000 euro.

L’ammontare in euro del premio sarà erogato sulla base della seguente tabella:

MONTANTEBUONO ENIBUONO AMAZON
6.000 a 15.000euro 50euro 50
15.001 a 25.000euro 100euro 100
25.001 a 35.000euro 150euro 150
35.001 a 45.000euro 200euro 200
maggiore di 45.001euro 250euro 250

Tutto chiaro? Se hai un amico interessato alla Cessione del Quinto segnalamelo tramite email a: info@credilnetwork.it

In alternativa puoi contattarmi su

WhatsApp

Questo concorso a premi sarà attivo fino al 31/12/2018.

A presto e buona promozione a tutti!

22
Dic

Prestito auto rifiutato, cosa fare

L’acquisto auto è spesso finanziato con un prestito offerto direttamente in concessionaria, a condizioni particolari, e accade non di rado che venga rifiutato. La maggior parte delle case automobilistiche ha la sua finanziaria che propone finanziamenti destinati all’acquisto della auto nuove.

Si tratta pur sempre di una banca, quindi i criteri di valutazione sono gli stessi di un qualsiasi prestito personale.

A differenza della Cessione del Quinto, il prestito con trattenuta della rata sullo stipendio o sulla pensione, il finanziamento auto fatto direttamente in concessionaria prevede queste principali verifiche sul cliente:

  • Controllo Crif per regolarità dei pagamenti
  • Storico creditizio
  • Esposizione debitoria

Sostanzialmente si richiede al cliente di essere censito come pagatore di prestiti, di essere perfettamente in regola con tutti questi pagamenti e di non essere indebitato in modo da non sostenere le spese familiari.

Se una qualsiasi di queste condizioni non è rispettata il prestito verrà rifiutato e verrà inviata una segnalazione di questo rifiuto alle banche dati come Crif.

In caso di rifiuto del prestito per i Dipendenti a tempo indeterminato e per i Pensionati c’è una soluzione, ovvero la possibilità di chiedere la Cessione del Quinto. Quindi una soluzione praticabile garantita dal pagamento della rata direttamente in busta paga o sulla pensione.

La Cessione del Quinto offre un triplice vantaggio nel caso in cui il prestito in concessionaria venisse rifiutato:

  • E’ fattitbile fino a 120 mesi con riduzione della rata
  • Ha un Taeg competitivo
  • Può essere usata anche per consolidare altri debiti

Queste caratteristiche sono uniche e non si riscontrano nell’ambito dei prestiti personali che hanno durata massima di 84 mesi e non possono consolidare situazioni preesistenti.

La Cessione del Quinto a 120 mesi offre la possibilità di ottenere la somma necessaria al finanziamento dell’auto e una somma extra per consolidare una o più debiti per contenere tutto in un’unica rata più bassa.

Inoltre il costo del finanziamento – indicato dal Taeg – è estremamente competitivo soprattutto per i Dipendenti Statali e i Pensionati che al momento della sottoscrizione della Cessione hanno meno di 70 anni.

Se il prestito auto è stato rifiutato e vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto puoi compilare il modulo di contatto oppure puoi scrivermi subito su:

WhatsApp e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

14
Set

Cessione del Quinto Pensione Ausiliaria

La Cessione del Quinto è ottenibile anche da chi percepisce una Pensione Ausiliaria. Si tratta di un trattamento di quiescenza riservato solo al personale Militare, quindi tutte le Forze Armate, i Carabinieri e la Guardia di Finanza.

La Pensione Ausiliaria è un congedo che il Militare può richiedere al raggiungimento dell’età pensionabile, ovvero 40 anni di servizio o, in generale, il dato combinato 57 anni di età e 35 di servizio.

Viene erogata dal Centro Unico Stipendiale Esercito (CUSE) ed è questa la sua caratteristica: non se ne occupa l’INPS!

Questo significa che la Cessione del Quinto va richiesta direttamente al CUSE tramite due passaggi: emissione di una quota cedibile che rappresenta la pensione netta e la massima rata; rilascio di un Benestare con indicazione di inizio trattenuta.

Si può notare che, nell’esempio, il calcolo del quinto cedibile va fatto semplicemente sottraendo alle competenze lorde l’Irpef e le addizionali. La quota sarebbe quindi 488, quindi mediamente più alta di quella che il militare aveva in servizio.

Questo fatto è giustificato dalla disponibilità del Pensionato in Ausiliaria di essere richiamato in servizio per un periodo di 5 anni e, per questo, percepisce una indennità lorda speciale. Questa indennità sarà presente anche sulla Pensione definitiva.

Dopo questi 5 anni il trattamento pensionistico passa definitivamente all’INPS che gestirà ogni aspetto della pensione (comprese eventuali quote cedibili nel futuro)

Se sei un Militare in Ausiliaria e vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto o vuoi un Preventivo su misura puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

 

15
Giu

Cessione del Quinto Dipendente BNL

I Dipendenti della BNL (Banca Nazionale del Lavoro) possono accedere alla Cessione del Quinto come tutti i Dipendenti Privati. L’Azienda è infatti considerata assumibile per alcune importanti compagnie assicurative che coprono il rischio impiego (polizza obbligatoria sulla Cessione del Quinto).

Un tempo i Dipendenti Bancari non erano graditi per questa tipologia di prestito, da quest’anno ci sono importanti aperture sulla fattibilità della Cessione.

L’iter per istruire la pratica parte dal Certificato di Stipendio che verrà compilato dall’Ufficio Risorse Umane. Sul Certificato ci saranno tutte le informazioni per poter calcolare il quinto dello stipendio al netto di tutte le trattenute fiscali e previdenziali. Si tratta della massima rata utilizzabile per la cessione (ovviamente si può utilizzare anche una rata più bassa).

Sul Certificato di Stipendio è indicata anche la destinazione del TFR che, in genere, i Dipendenti accantonano presso il Fondo a loro dedicato, come nell’esempio che riporto qui:

Fornire l’Estratto aggiornato al Fondo Dipendenti BNL è necessario in quanto viene posto un vincolo a garanzia della Cessione del Quinto e sia la Finanziaria che la compagnia assicurativa vogliono sapere con esattezza quanto TFR è disponibile.

Se il TFR è superiore al residuo della Cessione il Dipendente può sempre chiedere anticipi per la parte eccedente in base alle regole e alle leggi in vigore.

Poichè si tratta di una Azienda privata è sempre necessario valutare l’assumibilità, per il 2017 tale fattibilità è confermata, per il futuro va fatta una richiesta di pre-fattibilità.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente di BNL e se vuoi un Preventivo o semplici informazioni puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

 

 

31
Mag

Cessione del Quinto Ospedale Bambino Gesù

La Cessione del Quinto per un Dipendente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è considerata un prodotto Pubblico a tutti gli effetti nonostante la proprietà dell’Ospedale sia di fatto presso la Città del Vaticano. L’ospedale è quindi equiparato a una qualsiasi struttura del Sistema Sanitario Nazionale Italiano.

Tutto ciò si riflette sulle condizioni applicate per la Cessione del Quinto: ovvero le migliori in assoluto essendo il prodotto equiparato al Pubblico.

L’iter della pratica è leggermente diverso rispetto al solito poichè l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù non rilascia un certificato di stipendio ma un riepilogo delle competenze come evidenziato qui in basso:

Con questo riepilogo sarà possibile calcolare il Quinto dello Stipendio, ovvero la massima rata utilizzabile. Si può notare che è presente la sola ritenuta previdenziale INPS poichè i Dipendenti dell’Ospedale Bambino Gesù non sono soggetti IRPEF (per via delle diverse leggi dello Stato Vaticano).

Di questa cosa, ovvero la mancanza della ritenuta IRPEF, si dovrà tener conto per il calcolo del Quinto, che risulterà quindi più alto.

Un ulteriore documento che andrà prodotto per la delibera della pratica è un attestato del TFR disponibile oltre ad una schermata dell’estratto contributivo.

Come si può vedere i Dipendenti dell’Ospedale hanno un Fondo di Previdenza Complementare presso lo IOR ma gestito dall’Amministrazione dell’ospedale. Presso l’amministrazione va poi fatta la notifica dei contratti tramite una procedura speciale per gli atti notificati all’Estero.

Poichè della notifica deve necessariamente occuparsene l’Ufficiale Giudiziario i tempi sono un pò più lunghi delle normali notifiche via PEC (che purtroppo l’amministrazione del Bambino Gesù non accetta).

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

6
Apr

Cessione del Quinto Dipendente Equitalia

Il Dipendente Equitalia può accedere alla Cessione del Quinto a tassi Pubblici, questo fatto è stato chiarito con la chiusura delle sedi territoriali (Nord, Sud e Centro) e con l’accorpamento di tutte le società in un unico soggetto pubblico.

Una cosa per niente marginale poichè il Tasso Pubblico per la Cessione del Quinto è molto più favorevole del precedente trattamento privato/parapubblico

L’accentramento con a capo l’Agenzia delle Entrate ha portato anche altre novità: il cuore Amministrativo dell’Azienda è ora a Firenze e la gestione dei finanziamenti con Cessione del Quinto è stata affidata ad un ufficio che ha adottato una procedura interamente telematica.

L’iter comincia con la richiesta della Certificazione Stipendiale effettuata via PEC. L’ufficio risorse umane di Equitalia risponde in tempi brevissimi allegando il documento che vedete qui sotto:

Il certificato di Stipendio indica in modo chiaro la procedura da seguire e sottolinea che il TFR è accantonato nel Fondo INPS Esattoriali. In passato tale accantonamento era di ostacolo all’istruttoria della pratica per via della natura privata dell’Azienda.

Oggi col trattamento pubblico l’accantonamento del TFR non è più un problema e si procede rapidamente alla delibera della pratica

Per quanto riguarda la possibilità della Delega di Pagamento, ovvero la seconda trattenuta col quinto dello stipendio, ad oggi l’Azienda non la concede: probabilmente nel prossimo futuro verrà pubblicato un bando per convenzionare gli Istituti di Credito.

I tempi di evasione del Benestare da parte dell’Ufficio Paghe di Equitalia sono molto brevi e l’invio viene effettuato via PEC, una bella novità rispetto al passato!

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente di Equitalia e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

27
Mar

Cessione del Quinto ASIA Napoli

I dipendenti di ASIA Napoli possono accedere alla Cessione del Quinto come Dipendenti di una Azienda Parapubblica, in quanto l’ASIA è controllata da Enti Locali. Finora questa azienda era stata trattata come un ente di diritto privato, nonostante la partecipazione di Enti Pubblici al suo Capitale sociale.

Questo particolare è molto importante poichè, ora, come Ente Parapubblico, i costi assicurativi legati alla Cessione del Quinto si sono notevolmente abbassati

Oltre alla riduzione dei costi è migliorata anche la fattibilità di ogni pratica, poichè lo status di ente pubblico facilita l’assumibilità del finanziamento da parte della Banca e delle compagnie di Assicurazione (sulla Cessione del Quinto è sempre obbligatoria la polizza su rischio vita e impiego).

L’istruttoria della pratica è piuttosto semplice e inizia sempre con la richiesta del Certificato di Stipendio all’Ufficio Risorse Umane di Asia Napoli. La richiesta viene fatta via PEC (posta elettronica certificata) e l’ufficio risponde nel giro di qualche giorno allegando il Certificato.

 

Come si vede nell’esempio l’ASIA emette un certificato in cui è indicato il Quinto Cedibile, ovvero la rata massima utilizzabile.

Alla pratica va sempre allegato l’estratto al Fondo Previambiente, nel caso il dipendente abbia aderito. Va bene anche una schermata dall’area riservata del sito.

 

Una volta ottenuta tutta la documentazione si provvede alla notifica dei contratti all’Azienda. In tempi brevi arriva l’ok, ovvero l’Atto di Benestare che permette di liquidare la pratica.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Dipendente di ASIA Napoli e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

21
Mar

Cessione del Quinto Fondo Pensioni Sicilia

I pensionati gestiti dal Fondo Pensioni Regione Sicilia hanno la possibilità di accedere alla Cessione del Quinto in convenzione con l’Ente. La convenzione prevede una agevolazione dal punto di vista del Taeg, in sostanza uno sconto sui costi del finanziamento.

La convenzione siglata da Dynamica Retail prevede un Taeg massimo inferiore di almeno 7 punti rispetto al tasso soglia fissato dalla Banca D’Italia

Nel caso concreto il primo trimestre 2017 prevede un tasso soglia del 17.08%: di conseguenza una Cessione in convenzione con il Fondo Pensioni Sicilia dovrà avere una Taeg massimo del 10,08%. Inutile sottolineare l’importanza di questo accordo, sia per la Finanziaria che per il cliente.

L’iter da seguire per istruire la pratica di Cessione del Quinto è simile a quello dei pensionati INPS: la quota cedibile va quindi chiesta direttamente all’Ente: il Fondo Pensioni Sicilia con sede in Viale Regione Siciliana a Palermo. Il quinto esprimerà la massima rata utilizzabile per la cessione.

Particolare importanza è riservata all’Allegato A da produrre insieme alla notifica dei contratti.

Oltre a rappresentare una autentica di firma da apporre davanti ad un Funzionario del Fondo pensioni Sicilia, ha una parte in cui la Finanziaria deve esporre tutti gli elementi del finanziamento, con particolare riferimento al Taeg. Questo perchè il Fondo possa verificare la correttezza dell’operazione e il rispetto della convenzione.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto come Pensionato del Fondo Pensioni Sicilia e se vuoi un Preventivo puoi compilare il modulo di contatto e ottenere una consulenza: una chiacchierata al telefono non costa nulla!

Articoli Interessanti

Scrivimi su WhatsApp