info@credilnetwork.it
345 6282071

Anticipo o acconto sulla Cessione del Quinto

Prima della liquidazione di una Cessione del Quinto il cliente può richiedere un anticipo sul netto ricavo che viene erogato, di solito, in tempi brevi. Questa esigenza nasce dal fatto che, a volte, i tempi di liquidazione di una Cessione possono prolungarsi di qualche giorno oltre il previsto.

La richiesta dell’Acconto è molto semplice: una volta firmati i contratti ed emessi i certificati di Polizza, il cliente può fare richiesta di anticipo. Sarà cura dell’Agente che segue la pratica procedere all’inoltro della richiesta alla Banca che erogherà la somma richiesta come acconto.

Una richiesta pari o inferiore al 50% del netto ricavo della Cessione del Quinto viene solitamente accettata senza problemi. Richiesta superiori, fino al 90% del netto ricavo sono soggette a una valutazione da parte della Banca. In genere operazioni di Cessione del Quinto di Dipendenti Pubblici o Statali sono sempre autorizzate, per i Dipendenti Privati dipende da caso a caso e incide parecchio il tipo di Azienda.

L’acconto è tecnicamente un prefinanziamento, vale a dire che su questa somma si calcolano degli interessi giornalieri commisurati a un TAN (Tasso Annuo Nominale) specificato nel contratto di prefinanziamento. A titolo di esempio riporto una ipotesi per un acconto di 2500 euro.

AccontoTANInteressi Giornalieri
25006%0,41

In questo caso, nell’ipotesi che la liquidazione avvenga dopo 7 giorni dall’acconto, ci saranno 0,41 x 7= 2,87 euro di interessi sul prefinanziamento. Tale somma verrà detratta dalla liquidazione finale a saldo. Si tratta di un semplice esempio che dimostra quanto può costare un acconto, che varia a seconda dell’importo richiesto e delle condizioni che l’Agente propone al cliente nella fase precontrattuale.

Se vuoi maggiori informazioni sulla Cessione del Quinto compila il modulo di contatto  verrai ricontattato senza impegno da un consulente!

Articoli Interessanti

Lascia un commento

Scrivimi su WhatsApp